Blog di Ortopedia Infantile

Condividi
  • Il piede talo valgo pronato
    Il piede talo valgo pronato è una deformità del piede di frequente riscontro alla nascita. Di cosa si tratta? Il piede talo valgo pronato è un piede rivolto verso l’alto in modo eccessivo, che fa resistenza se si cerca di rivolgerlo verso il basso, con tensione dei muscoli estensori. Guardandolo da sotto invece , il retropiede (la parte posteriore del piede) è rivolto eccessivamente verso l’esterno (valgo!) e resiste alle manovre di correzione. Come riconoscere il piede tale valgo pronato, trattarlo? Quali manovre, quando e per quanto tempo eseguirle? Ecco un nuovo… Read More
  • Alterazioni ungueali nel piede torto
    Le alterazioni ungueali nei bimbi affetti da piede torto congenito rappresentano fonte di preoccupazione da parte dei genitori. Spesso ci viene chiesto il motivo di tale alterazione. Ecco una recente pubblicazione scientifica, nata da una collaborazione multispecialistica tra ortopedici e dermatologi, e che ha visto coinvolti i medici di OrtoPediatria. Clicca sull’immagine per leggere l’Abstract
  • Ma questa ecografia delle anche è fatta bene???
    L’ecografia delle anche va eseguita a tutti:entro la prima settimana se è presente lo scatto di Ortolani, tra le 4 e le 6 settimane di vita in tutti gli altri casi.Queste sono le raccomandazioni delle Società Italiane di Pediatria, Ortopedia Pediatrica e Radiologia Medica del 2020.Tuttavia, non è sufficiente eseguire un’ecografia, è fondamentale che questa venga eseguita seguendo scrupolosamente le regole! E purtroppo ci accorgiamo che non sempre è così… Allo scopo di migliorare la consapevolezza degli operatori sanitari, e di fornire lo uno strumento utile per orientarsi nella lettura delle ecografie… Read More
  • Una settimana dedicata alla Neuro-Ortopedia Pediatrica
    Le attività di OrtoPediatria di questa settimana sono state interamente dedicate alla Neuro-Ortopedia Pediatrica!! Lunedì, infatti, si è tenuto il primo Live-Webinar di OrtoPediatria: “Come ridurre i problemi della lussazione delle anche nei bambini con Paralisi Cerebrale Infantile”. Un argomento che sta molto a cuore a tutti noi, e verso il quale vogliamo sensibilizzare genitori, caregivers, fisioterapisti e tutti gli altri operatori sanitari. Se ve lo siete perso, potete rivederlo alla pagina FaceBook di OrtoPediatria: Inoltre, esce oggi un nuovo video sulle potenzialità della Chirurgia Funzionale Multi-Level nelle PCI: In questo video… Read More
  • Le sfide dell’ortopedia pediatrica moderna
    L’ortopedia pediatrica è solo piede piatto e plantari. Anche questo campo, assieme al resto della medicina, ha potuto sfruttare le evoluzioni e i nuovi strumenti che la tecnologia oggi mette a disposizione. L’ortopedia pediatrica moderna è in grado di affrontare sfide impervie ed i casi più complicati, offrendo soluzioni incredibili. Nel video, il caso di un bambino di 10 anni, affetto da una patologia ossea che ne aveva deformato gravemente gli arti inferiori. Dopo due complessi interventi chirurgici, e grazie all’impianto di fissatori esterni esapodalici, è stato possibile correggere gradualmente le deformità,… Read More
  • La trazione a cerotto nella lussazione delle anche: è davvero necessaria?
    In cosa consiste la trazione e quale scopo ha? In caso di anca lussata, il primo obiettivo del trattamento è la riduzione dell’anca, ossia riportare la testa del femore all’interno dell’acetabolo. E’ fondamentale però che questa riduzione venga eseguita in modo non forzato e seguendo tutte le regole di base del trattamento, così da ridurre il rischio principale, la necrosi avascolare dell’anca. La riduzione può essere eseguita nella maggior parte dei casi per via ambulatoriale utilizzando il divaricatore adatto (Pavlik, divaricatori in flessione, ecc), specialmente nei casi diagnosticati precocemente. In caso di… Read More
  • Consigli (da genitore a genitore) per la gestione pratica dei bimbi con displasia evolutiva dell’anca
    Questo articolo è frutto dell’esperienza di Valeria e Simone, genitori di Clara, una bimba trattata con divaricatori e gessi per una lussazione dell’anca, dalla loro disponibilità e dalla voglia di raccontarsi e di essere utili ad altri genitori che si ritroveranno in situazioni analoghe. La pagina è concepita con l’intenzione di essere “aperta” a eventuali aggiunte o suggerimenti da parte di altri genitori che hanno avuto o avranno esperienze simili (inviare i suggerimenti a info@ortopediatria.org). A Valeria, Simone e Clara, va tutto il ringraziamento nostro e di tante famiglie di bimbi con… Read More
  • La deambulazione con le punte “IN DENTRO”
    Esce oggi una nuova scheda, riguardante un’altra comune problematica della deambulazione: i bambini che camminano con le punte “in dentro”. Parliamo di antiversione femorale, una delle principali cause di questa anomalia della deambulazione in età pediatrica. Clicca sull’immagine sottostante per scaricare la nostra ultima scheda!! Per saperne di più, vai a leggere la scheda informativa completa: Deambulazione con le punte “in dentro”
  • La gambina “CURVA” del neonato
    Una nuova scheda, dedicata alle deformità della gamba del neonato. Cosa differenzia le diverse forme (Tibia Recurvata, Ipoplasie, Pseudartrosi Congenita), quando sospettare una determinata patologia. Che futuro attende questi bambini? Un valido aiuto per Pediatri, Neonatologi, Ortopedici non specializzati nel campo pediatrico e Fisioterapisti, per approcciarsi ed imparare a distinguere le diverse deformità della gamba che possono presentarsi già alla nascita. Per saperne di più e leggere le schede specifiche per le diverse patologie, visita il Centro Specialistico di Deformità Congenite degli Arti Inferiori.
  • Le Sinosi Tarsiali
    Presentazione clinica delle sinostosi tarsali Le sinostosi tarsali sono delle malformazioni per le quali le ossa del tarso (cioè della parte posteriore del piede: astragalo, calcagno, scafoide, cuneiformi, cuboide), invece di essere separate tra loro, presentano una o più connessioni che ne limitano o bloccano il movimento. Si tratta di una problematica relativamente rara (riportata, a seconda delle casistiche, tra lo 0.03 e l’1% della popolazione sana) ma che deve essere tenuta ben presente quando si valutano e si trattano i piedi dei bambini. La causa di questa anomalia non è conosciuta…. Read More
  • Il metatarso Varo
    Il metatarso varo, una forma di piede torto? Tutte le posizioni anomale dei piedi alla nascita appartengono in senso lato alla categoria «Piede Torto Congenito» (PTC). Questo termine però può generare confusione, perché esistono diverse tipologie di PTC in senso lato, con caratteristiche (morfologia, trattamento e prognosi) molto differenti tra loro: Piede equino-varo-supinato (80% dei casi): vedi scheda. L’ortopedico generalmente usa il termine di piede torto o piede torto «vero» solo per questa categoria. Metatarso varo (o addotto) (5%) Piede talo-valgo-pronato (10%) Piede reflesso o astragalo verticale (5%). Come distinguere clinicamente le… Read More
  • Eterometrie arti inferiori. Inquadramento clinico e diagnostico.
    Con il termine “eterometria” (o dismetria) si intende il riscontro di una differenza di lunghezza tra i due arti, e rappresenta una anomalia molto frequente nella popolazione in generale.   Capita, infatti, molto spesso che un’eterometria degli arti inferiori venga evidenziata in occasione di una visita di controllo pediatrica o ortopedica. Tale differenza di lunghezza può variare da quadri di lieve entità, totalmente asintomatici e che non necessitano di alcun trattamento, a quadri molto severi, che richiedono impegnative chirurgie ricostruttive. Uno degli aspetti peculiari della gestione delle eterometrie in età pediatrica, è… Read More
  • La necrosi avascolare nel trattamento della displasia dell’anca: complicanza inevitabile o evitabile?
    La necrosi avascolare della testa del femore (AVN) è la complicanza più temuta nel trattamento della displasia dell’anca. Le conseguenze cliniche che ne possono derivare a carico dell’anca possono essere gravi e difficili da recuperare. Un concetto che deve guidare ogni trattamento è che tra le complicanze, è preferibile un insuccesso di riduzione di un’anca (che può essere recuperato con un ulteriore tentativo di riduzione) piuttosto che accanirsi per ottenere la riduzione provocando una necrosi avascolare (difficilmente recuperabile). Purtroppo si tratta di una complicanza non del tutto evitabile: anche nei centri migliori… Read More
  • RX: cosa guardare? Come giudicare un risultato?
    Questa scheda è principalmente dedicata agli studenti che si approcciano a questa patologia e cercano concetti essenziali. Può essere utile però anche per i genitori comprendere la complessità del quadro e gli aspetti che devono essere valutati. Negli anni sono stati proposti numerosi indici, parametri e classificazioni, a volte ostici. Cerchiamo di riassumere quelli più utili e utilizzati per la valutazione della displasia e della lussazione dell’anca. Prima domanda da porsi: l’anca è centrata, sublussata o lussata?  Per rispondere a questa domanda, la modalità più semplice è tracciare due linee perpendicolari tra… Read More
  • L’esame radiografico per la Displasia d’Anca: perché, quando, come … e gli errori da evitare!
    I genitori sono giustamente spesso spaventati dall’idea di eseguire una radiografia ai loro figli. E’ opportuno spiegare loro che i vantaggi sono superiori ai rischi, se la radiografia è eseguita con la giusta indicazione e adottando protocolli precisi. Gli operatori devono conoscere i rischi connessi all’esposizione radiologica ripetuta dei bambini piccoli e ottimizzare il più possibile le richieste, le tempistiche e le modalità. QUALI SONO LE PRINCIPALI INDICAZIONI PER ESEGUIRE UNA RADIOGRAFIA? Per il trattamento dei bambini più grandi Per il follow-up  1. ESAME RADIOGRAFICO PER IL TRATTAMENTO DEI BAMBINI PIÙ GRANDI… Read More
  • L’ecografia per la Displasia delle anche: idee chiare, regole precise… e errori da evitare!
    Molti operatori e genitori sono scettici sull’uso dell’ecografia, ritenuta troppo «operatore-dipendente». Il problema in realtà non è l’ecografia…ma come la stiamo utilizzando in Italia! L’ecografia rappresenta lo strumento più preciso e innocuo (non vengono utilizzate radiazioni ionizzanti) per diagnosticare tutte le forme di lussazione, immaturità e displasia delle anche neonatali…a patto che si rispettino regole precise!  Negli ultimi trent’anni l’impiego dell’esame ultrasonografico e in particolare della metodica di Graf  nello studio dell’anca infantile ha rivoluzionato la diagnosi e conseguentemente il trattamento della displasia delle anche. In passato il gold standard nella diagnostica… Read More
  • L’esame clinico e la Manovra di Ortolani per la Displasia delle Anche: cosa sapere e gli errori da evitare
    Un bambino affetto da displasia evolutiva dell’anca, può essere spesso individuato grazie all’esecuzione di un corretto esame clinico. L’esame obiettivo delle anche (se correttamente eseguito) permette di identificare la quasi totalità  dei casi di lussazione o di anche lussabili, consentendo di indirizzare precocemente verso l’esame ecografico e giungendo dunque a un trattamento immediato e meno invasivo. L’esame clinico invece risulta molto meno efficace nell’identificazione dei casi di displasia dell’anca (la testa del femore è centrata correttamente nell’acetabolo ma quest’ultimo non è adeguatamente sviluppato). L’esame clinico deve essere effettuato poche ore dopo la… Read More
  • Lo screening per la Displasia delle Anche: è tempo per un programma standardizzato condiviso!
    Se riuscissimo a organizzare alla nascita un percorso adeguato di screening della displasia delle anche, ridurremmo drasticamente le conseguenze di questa patologia (interventi chirurgici sulle anche dei bambini, protesi di anca in età adulta, disabilità e zoppie legate a questa condizione, ecc)! Lo hanno sottolineato diversi studi e l’esperienza di altri Paesi dove i programmi di screening sono già attivi da anni.  Invece purtroppo, la situazione attuale in Italia è quella di un’assoluta mancanza di regole comuni e di controlli sull’argomento. In un nostro recente lavoro di analisi della situazione attuale di… Read More
  • L’Epifisiodesi Simmetrica per correggere la differenza di lunghezza degli arti inferiori: un intervento semplice ma con regole precise!
    L’epifisiodesi è un intervento chirurgico che si pone come obiettivo quello di arrestare o rallentare la crescita di una cartilagine di accrescimento.  Le cartilagini di crescita (dette anche fisi) sono le strutture tipiche delle ossa dei bambini che consentono ai vari segmenti ossei di crescere in lunghezza. Semplificando, le fisi possono essere rappresentate come dischi di cartilagine disposti a entrambe le estremità di un osso, in cui le cellule cartilaginee si riproducono longitudinalmente e progressivamente ossificano, facendo così incrementare la lunghezza del segmento.  Tali cartilagini sono attive per tutta la crescita del… Read More
  • Giugno, il mese della scoliosi. Parliamo di prevenzione con il Dr. Francesco Lolli
    Sono moltissimi i bambini e gli adolescenti che ogni anno ricevono una diagnosi di scoliosi. Spesso però, per cattiva informazione o sottostima del problema, la patologia viene sottovalutata e trattata in maniera non adeguata (o non trattata affatto).  Ma cosa si intende per scoliosi?  La colonna vertebrale, che in condizioni normali si presenta perfettamente dritta sul piano frontale (vale a dire vista da davanti), può avere in alcuni casi uno sviluppo asimmetrico, tale da condurre alla comparsa di una deformità più o meno evidente.  Nell’80% dei casi circa dei casi di scoliosi non… Read More
  • La chirurgia per piede piatto nel bambino: è tempo per una riflessione?
    Vostro figlio è stato da poco visitato e vi è stato consigliato un intervento chirurgico “facile” per correggere il piede piatto, ma avete molti dubbi? Vi hanno detto che deve essere operato per evitare problemi futuri, ma in questo momento lui sta bene e non lamenta disturbi? Purtroppo non siete i soli in questa condizione. E giustamente avete i dubbi che ogni genitore avrebbe: “Sto facendo la cosa giusta? Mi hanno detto che o faccio l’intervento in questa fascia di età o non potrò più farlo…” Sono numerose le domande che rimangono… Read More
  • Toe Walking (deambulazione sulle punte), quadro fisiologico o devo preoccuparmi?
    Molti genitori richiedono una visita ortopedica perché il loro figlio “cammina sempre in punta di piedi”, “se lo sgridiamo e si concentra cammina bene, ma appena si distrae torna sulle punte dei piedi”, “consuma la suola delle scarpe tutta davanti”. Cosa è il Toe Walking? Questo tipo di cammino, prevalentemente o costantemente in punta di piedi, viene definito “Toe-Walking” e può rappresentare un momento fisiologico dello sviluppo del bambino o essere sintomo di una patologia sottostante. Questa scheda vi aiuterà a chiarirvi le idee!!!
  • Piede torto nei neonati. Semplici regole per non sbagliare.
    Esistono diverse tipologie di “piede torto“: piede torto posizionale, metatarso varo, piede equino-varo-supinato (piede torto classico), piede reflesso e piede talo-valgo-pronato. Ognuna di queste forme presenta caratteristiche peculiari, ed ogni tipologia di “piede torto” necessita di un differente trattamento. Saper distinguere un piede torto classico da una delle altre forme è essenziale. Ecco qui una scheda semplice, pensata per pediatri, studenti e chiunque si stia avvicinando all’ortopedia pediatrica!! Ideata dai medici di OrtoPediatria, che da anni si occupano di piede torto congenito e pubblicano lavori sull’argomento: Manuele Lampasi (uno dei pochi medici… Read More
  • L’Ortopedia Pediatrica incontra l’Osteopatia: i medici di ortopediatria tengono lezioni per la Scuola Italiana di Osteopatia Pediatrica
    Il medici di OrtoPediatria Manuele Lampasi, Camilla Bettuzzi e Giada Salvatori, insieme al chirurgo vertebrale Francesco Lolli, hanno partecipato alla didattica della Scuola Italiana di Osteopatia Pediatrica SIOP di Firenze, con lezioni sul tema lussazione congenita dell’anca, piede torto congenito, NeuroOrtopedia, dismetrie/eterometrie, ginocchio varo e valgo, morbo di Perthes, epifisiolisi, generalità sulle fratture in età pediatrica, scoliosi a esordio precoce, scoliosi dell’adolescente. Nel dibattito si sono analizzate possibili convergenze con l’Osteopatia pediatrica. https://www.facebook.com/pg/ScuolaItalianaOsteopatiaPediatrica/posts/
  • I piedi torti dei maschi e delle femmine hanno gravità simile, ma i casi bilaterali sono più gravi di quelli monolaterali
    Lo afferma uno studio sul piede torto congenito, pubblicato nelle scorse settimane dagli ortopedici pediatrici Giada Salvatori, Manuele Lampasi e Camilla Bettuzzi del team di OrtoPediatria sul Journal of Children’s Orthopaedics, la rivista di riferimento della Società Europea di Ortopedia Pediatrica (EPOS). Allo studio hanno contribuito anche ex colleghi dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.  Il piede torto colpisce entrambe i piedini in circa metà dei casi, mentre in un’altra metà di casi, la condizione è presente su un solo lato. Inoltre i maschi sono colpiti con una frequenza doppia rispetto alle femmine…. Read More